8° Trofeo Internazionale Surfcasting Catch and Realese

Notizia pubblicata in Homepage , aggiunta il 17 marzo 2018 Commenti disabilitati

REGOLAMENTO, PROGRAMMA E MODULO DI ISCRIZIONE 8° TROFEO INTERNAZIONALE DI SURFCASTING “CATCH AND RELEASE” 2018 – TROFEO SPERIMENTALE
La A.p.s.d. San Benedetto indice ed organizza per il giorno 23 GIUGNO 2018 una competizione internazionale di Surfcasting a coppie con una canna per atleta denominata :
8° TROFEO INTERNAZIONALE DI SURFCASTING “CATCH AND RELEASE”
La manifestazione appartiene al circuito internazionale della Golden League di Surfcasting.
PROGRAMMA SPORTIVO
Ore 09,00 del 23 giugno 2018 – Raduno e accreditamento atleti presso Villa Susanna degli Ulivi Contrada Giardino 11/A – 64010 Colonnella (TE) • Italia
Ore 11,00 – Presentazione manifestazione c/o Museo del Mare in Via Cristoforo Colombo, 94, 63074 San Benedetto del Tronto AP
Ore 13,00 – Pranzo c/o Villa Susanna degli Ulivi Contrada Giardino 11/A – 64010 Colonnella (TE) • Italia
Ore 15,00 – Sorteggio, esposizione settori e postazioni
Ore 17,00 – Trasferimento sul campo gara
Ore 20,00 – Inizio gara
Ore 24,00 – Fine gara
Ore 01,00 del 24 giugno 20178– Cena, esposizione classifiche e premiazione presso Villa Susanna degli Ulivi Contrada Giardino 11/A – 64010 Colonnella (TE) • Italia
COSTO ISCRIZIONE EURO 35,00 per persona (riduzione per under 16, under 21 e Donne Euro 25,00)
COSTO CENA (presso presso Villa Susanna degli Ulivi) EURO 25,00 per persona
Le iscrizioni si chiuderanno inderogabilmente entro lunedì 18/06/2018 e dovranno essere accompagnate dal Bonifico bancario intestato a APSD SAN BENEDETTO (causale 8° Trofeo Intenrazionale Catch and Realease specificando n. iscrizioni, cene, club e nominativi): IBAN IT27B0200824405000020154524.
La partecipazione alla cena va comunicata insieme all’iscrizione alla gara.
Per info e iscrizioni :
Email : info@apsdsanbenedetto.it ; zeffguidi@libero.it; christian.buccione77@gmail.com;
Telefono : Zefferino: + 39 338-9129027 ; Christian: + 39 334-1322927
PREMIAZIONE
Saranno premiati i primi 3 classificati di settore di ogni singola manche con medaglie.
Per la premiazione assoluta saranno premiate le prime 10 coppie della classifica generale con premi in denaro , attrezzatura da pesca e prodotti enogastronomici. Saranno inoltre premiate le prime 3 coppie straniere e le prime 3 società classificate. Previsto un omaggio a tutte le donne partecipanti.
REGOLAMENTO PARTICOLARE
1) Attrezzatura : Ogni atleta di ogni coppia può utilizzare al massimo una canna con mulinello della lunghezza massima di 5 metri. Per ogni lenza è consentito utilizzare al massimo 3 ami, privi di materiale aggiuntivo, con misura libera e di qualsiasi colorazione. Il numero di canne di riserva è illimitato ed alle stesse non possono essere collegati terminali o piombi ma soltanto l’aggancio per il trave terminale.
2) Esche e pasture : Sono consentite tutte le esche naturali con esclusione di quelle artificiali. Eventuale pesce morto usato come esca deve essere preventivamente decapitato se previsto tra le prede valide. Non è ammessa alcuna forma di pasturazione. E’ vietato l’uso e la detenzione del sangue liquido o comunque manipolato e della larva di mosca carnaria (bigattino), camola e simili. In qualsiasi momento della gara il Giudice di Gara può, se lo ritiene opportuno, prelevare campioni di esche per analizzarle.
3) Condotta di gara : Prima dell’inizio della competizione gli atleti, all’interno della propria postazione, possono effettuare le prove di lancio, verificare la tenuta del piombo e sondare la consistenza e profondità del fondo. Ogni coppia deve operare con le proprie canne nello spazio compreso tra il picchetto indicante il proprio numero di postazione ed il successivo e ogni canna deve essere posizionata a non meno di 5 metri dai due picchetti che delimitano la postazione. Durante l’azione di pesca non deve essere invaso lo spazio assegnato a posti contigui anche se casualmente liberi, né spazi neutri. In caso di variazione della marea è consentito uno spostamento parallelo dei posti di gara in relazione al bagnasciuga. E’ vietato esercitare l’azione di lancio, pesca e recupero sistematicamente con i piedi in acqua. È consentita la riserva di calamenti innescati. È consentito usare qualunque materiale, anche fluorescente o fosforescente, purchè lo stesso sia inserito sul bracciolo e non sull’amo (N.B. Il materiale inserito sul bracciolo può anche “toccare” l’amo purché non sia inserito sullo stesso). È consentito usare un piombo minimo di 50 grammi. Il peso del piombo dovrà essere adeguato, nei limiti possibili, alle condizioni meteo-marine al fine di evitare l’invasione della postazione laterale. Non è consentito l’uso di bombarde o simili. L’uso del piombo “temolino” è vietato.
È VIETATO l’uso del raffio per il recupero delle prede. E’ consentito invece l’utilizzo del guadino.
È consentito usare una sorgente luminosa il cui fascio non può essere indirizzato sui concorrenti vicini o in direzione del mare. Coloro che, per motivi diversi, si potranno trovare in difficoltà, lampeggeranno ripetutamente verso l’Ufficiale di Settore, il quale tempestivamente dovrà accorrere in soccorso. Non è consentito posizionare alcun tipo di galleggiante su braccioli scorrevoli e/o sul trave. Comunque esso non può essere di dimensioni tali da annullare il peso e la funzione del piombo. (N.B. Il galleggiante può essere inserito: su braccioli bloccati tra due nodi o perline o simili, distanti tra loro pochi mm; su braccioli fissati direttamente sul trave; su travi terminali con piombo scorrevole). Non è consentito l’uso della starlite o altra sorgente luminosa autonoma (tipo mini strobo) sotto il pelo dell’acqua. E’ consentito, invece, l’uso di piombi, zatterini e altro materiale fluorescente.
Gli Atleti potranno accedere alla loro postazione un’ora prima dell’inizio gara.
E’ assolutamente vietato il lancio pendolare.
A fine di ogni manche gli Atleti devono rimanere nel proprio posto in attesa che gli incaricati del Direttore di Gara provvedano a far firmare il cartellino.
4) Catture valide (la cattura dovrà essere dichiarata dai concorrenti gridando preda!): le operazioni di controllo della misura dei pesci e di riconoscimento di specie dubbie vengono effettuati dagli Ufficiali di Gara preposti direttamente sul campo gara. Ai fini della gara sono considerati validi i pesci catturabili con le tecniche consentite dalle norme di gara, nel rispetto della misura minima unificata di 12 cm (tranne la tracina e la leccia che hanno una misura minima di 7 cm e la razza che per qualsiasi lunghezza sia varrà 10 punti). Eventuali prede sotto i 12 cm dovranno essere immediatamente rimesse in acqua con la massima cautela. Per ogni cattura effettuata verranno assegnati tanti punti quanti sono i centimetri misurati dalla stessa (un centimetro = un punto). I punteggi verranno arrotondati per eccesso (esempio: se un pesce misura 12,4 cm verranno assegnati 13 punti).
Il controllo della misura dei pesci sarà effettuato dall’ispettore di sponda direttamente sul campo gara. Dopo la trascrizione sul cartellino le prede saranno IMMEDIATAMENTE RILASCIATE in mare. In attesa dell’arrivo dell’ispettore di sponda, le prede devono essere conservate dagli atleti in contenitori che consentano di mantenere in vivo il pesce catturato. Durante la misurazione i concorrenti confinanti possono assistere a tale operazione. Ogni concorrente deve avere un secchio dove si raccomanda di cambiare spesso l’acqua per tenere in vita le prede in attesa dell’arrivo del giudice. Si consiglia l’uso dell’ossigenatore.
E’ severamente l’uso dello slamatore e se il pesce ha ingoiato l’amo il filo va tagliato.
Ogni cattura obbligatoriamente deve essere segnalata immediatamente a voce alta all’Ufficiale di Settore o all’Atleta più vicino in caso di assenza dell’Ufficiale.
Non sono validi, ai fini della classifica, molluschi, crostacei, cefalopodi, sarde e acciughe.
Al segnale di fine gara eventuale pesce allamato ancora in acqua non è valido.
5) Classifica di settore : per la classifica di ogni settore la coppia che avrà ottenuto il punteggio più alto sarà considerata prima di settore con 1 penalità. A parità di punteggio sarà considerato il numero di prede.
La seconda coppia classificata avrà 2 penalità e così di seguito fino ad arrivare alla 10° coppia con 10 penalità.
6) Classifica generale: per la classifica generale sarà presa in considerazione la somma delle penalità ottenuta in ogni singola manche. (Ad esempio: se un box è arrivato 1° di settore nella 1° prova e 2° nella 2° manche avrà un totale di penalità di 1 + 2 = 3 penalità).
La coppia con la somma più alta di penalità risulterà prima e così via.
A parità di penalità sarà considerato il punteggio totale più alto nelle 2 manches e in caso di ulteriore parità il numero totale di catture nelle 2 manches.
7) Classifica di società: verrà considerata la somma dei 3 migliori box classificati per ogni società.
8) Responsabilità : La società organizzatrice ed i suoi rappresentanti, così come la Fipsas, sono esonerati da qualsiasi danno o incidente che, per effetto della manifestazione, possano derivare alle cose, alle persone, ai partecipanti o a terzi aventi attinenza alla manifestazione.
9) Norma di rinvio : Per quanto non espressamente previsto dal presente Regolamento Particolare si applica il Regolamento Nazionale Fipsas

I Commenti sono bloccati.